domenica 14 giugno 2015

Tarte tatin di pesche

Tarte Tatin, è un classico della cucina francese, in genere la faccio come da tradizione di mele e con la pasta brisée fatta in casa. Oggi vi propongo una versione differente con le pesche e più veloce con la pasta sfoglia già pronta...il risultato? direi ottima!
La vera storia di come è nata la prima Tarte Tatin lo trovata navigando su google...
un dolce nato, come spesso accade, da un errore o da una disattenzione, in questo caso da parte di una delle due sorelle, Caroline e Stéphanie Tatin, proprietarie dell’Hotel Ristorante Tatin a Lamotte-Beuvron in Francia. La leggenda narra infatti che Stéphanie fosse solita preparare un’ottima torta di mele per i suoi clienti e che un bel giorno, forse presa dalla fretta o dai troppi ospiti, cosparse di zucchero una tortiera mettendovi all’interno direttamente le mele, senza il guscio di pasta brisée, e la infornò. Si accorse dell’errore solo in un secondo momento, quindi tentò di porvi rimedio posizionando sopra alla mele un sottile strato di pasta brisée, rimise il tutto in forno per ultimare la cottura, al termine della quale non fece altro che rigirare la torta su di un piatto prima di servirla in sala, dove fu divorata dai presenti. 


Ingredienti:
Pesche fresche (NON sciroppate)
Pasta di sfoglia
Zucchero di canna

Preparazione:
In una padella antiaderente far rosolare le pesche tagliata spicchi con lo zucchero di canna, quando inizia ad assume un bel colore ambrato (non troppo scuro altrimenti risulterà amaro) spegnete la fiamma e distribuite le fette di pesche in una teglia, coprire il tutto con il disco di pasta sfoglia e infornare a forno ventilato per 20/25 minuti a 180° finchè la sfoglia non risulti dorata.
Sfornare e coprire la teglia con un piatto e rovesciare la torta...!



Posta un commento